Jessica.Maggi

4 giorni a Parigi, mini-tour giornalieri nella cité de l'amour

Effervescente, spigliata e con quel suo irresistibile fascino d’altri tempi, Parigi è sempre una buona idea, come diceva Audrey Hepburn in Sabrina, uno dei film più belli della storia del cinema. Visitare la capitale francese vuol dire mescolare passato e presente, storia, cultura e modernità. Con 4 giorni a disposizione, oltre a rimpinzarti di pain au chocolat, baguette appena sfornate, crêpe, formaggi francesi e gli immancabili macaron, avrai modo di visitare approfonditamente i principali highlights, come il Louvre e la Tour Eiffel, scoprire attrazioni meno mainstream e ampliare il raggio d’azione ai dintorni della città. Qui di seguito, la nostra idea per un itinerario di 4 giorni a Parigi, la cité de l'amour.

1° giorno - Louvre, Arco di Trionfo, Saint-Germain-des-Prés e Tour Eiffel

Per dare inizio al nostro tour di 4 giorni abbiamo scelto il Museo del Louvre, con l’iconica piramide di vetro, tappa irrinunciabile per chiunque visiti Parigi. Al suo interno sono esposte 35.000 opere, tra cui alcuni dei più sommi capolavori dell’arte antica e moderna. Con uno spazio totale di, tieniti forte, 360.000 metri quadri, si tratta del più grande museo del mondo per superficie espositiva. Visitarlo tutto in una volta va oltre le possibilità umane. Con una visita guidata, potrai concentrarti sulle opere più famose e ottimizzare i tempi, senza sprecare ore preziose in coda.

Dopo la visita, consigliamo di percorrere l’Avenue des Champs-Élysées, una via del passeggio che vale l’intero viaggio a Parigi, con i suoi 400 alberi, negozi alla moda, hotel di lusso, vetrine luccicanti, cinema, bistrot e boulangerie. Intorno a questo lungo, splendido vialone si trovano alcune delle principali attrazioni culturali della cité de l'amour, quali:

  • Arco di Trionfo, uno straordinario capolavoro dell’architettura voluto da Napoleone;
  • giardino delle Tuileries, il più antico di Parigi, realizzato nel Seicento su progetto dell’architetto André Le Notre;
  • obélisque de Louxor al centro di Place de la Concorde;
  • Grand Palais, un'imponente struttura in acciaio e vetro, costruita per l’Exposition universelle del 1900;
  • musei del Petit Palais, anch’esso progettato per l’Exposition universelle del 1900.

Con un breve tragitto in metropolitana puoi raggiungere l’elegante quartiere di Saint-Germain-des-Prés, ricco di storie e atmosfera, boutique e sontuosi palazzi. Qui si trovano il Museo d'Orsay, con una delle collezioni più complete di arte impressionista e post- impressionista, e l’abbaye Saint-Germain-des-Prés, uno dei più antichi luoghi di culto cattolici della Ville Lumière.

Ultima tappa della giornata è la struttura ferrea più famosa del mondo, la Tour Eiffel, commissionata dall'ingegnere Gustave Eiffel all'architetto Stephen Sauvestre per l’Exposition universelle del 1889 e rimasta a illuminare i cieli della cité de l'amour, divenendo emblema della Francia in tutto il mondo.

2° giorno - Quartiere Latino, tour dei passages couverts e Le Marais

Tra artisti di strada, edifici iconici e sontuosi giardini, il Quartiere Latino incarna l’anima più verace della Ville Lumière. È la prima tappa del secondo giorno nella capitale francese. A dominare questo storico quartiere dalla sua posizione leggermente rialzata sul monte di Santa Genoveffa svetta il Panthéon, un mausoleo dedicato alla memoria dei personaggi storici più influenti della Francia.

La visita prosegue con il tour des passages couverts, splendide gallerie costellate di negozi, costruite nell’Ottocento per offrire alla bourgeoisie spazi ricreativi fruibili anche in caso di maltempo.

Ci si sposta poi nell’incantevole quartiere Le Marais, con suggestivi vicoli su cui si affacciano boutique sartoriali, botteghe artigiane, antichi caffè, gallerie d’arte e il celebre Centre Pompidou, progettato da Renzo Piano.

3° giorno - Versailles, Montmartre e Notre-Dame

Il terzo giorno inizia di buon'ora con un delizioso pain au chocolat e la visita della Reggia di Versailles, uno dei complessi monarchici barocchi più visitati al mondo, i suoi magnifici giardini, le sale scintillanti e il Grand Trianon. Patrimonio dell’umanità Unesco dal 1979, la Reggia di Versailles si trova una ventina di chilometri a sud ovest del centro storico di Parigi, a cui è ben collegata con l’efficiente e ramificata rete di mezzi di trasporto pubblico che raggiunge ogni quadrante della capitale e dintorni.

Una volta fatto il pieno di bellezza, potrai tornare in città e raggiungere Montmartre, la collina a nord di Parigi, fulcro della vita bohémienne durante la Belle Époque. Tra vicoli pittoreschi, scalinate, artisti di strada e panchine romanticamente ombreggiate da platani si erge in tutta la sua disarmante bellezza la basilica del Sacro Cuore di Gesù, nota in tutto il mondo con il nome locale di Sacré Coeur. All’incirca 200 gradini conducono alla cupola, che offre uno stupefacente colpo d’occhio sulla Ville Lumière distesa ai piedi della collina.

Il terzo giorno di esplorazione si conclude sull’Île de la Cité, una delle due isole fluviali di Parigi, dove si trovano la grandiosa Cattedrale di Notre-Dame, straordinario capolavoro dell’architettura gotica medievale, la Sainte-Chapelle e la Conciergerie, unanimemente considerata uno dei palazzi più belli d'Europa.

4° giorno - Montparnasse, Promenade Plantée e Canal Saint-Martin

Avendo più giorni a disposizione, aumenta il tempo da dedicare anche alla visita di attrazioni meno mainstream, come l’affascinante quartiere di Montparnasse, una collina artificiale sulla riva destra della Senna frequentata tra l’Ottocento e il Novecento da figure di spicco del panorama artistico parigino e internazionale, tra cui Pablo Picasso, Marc Chagall, Henri Matisse e Amedeo Modigliani, che ne fecero un angolo di vivace scambio culturale.

L’itinerario prosegue alla volta della Promenade Plantée, propriamente detta Coulée verte René-Dumont. Avrai l’onore e il piacere di passeggiare lungo un antico tratto ferroviario dismesso, magistralmente convertito in uno spazio verde sopraelevato rispetto al piano stradale adiacente e scandito da un patrimonio di architetture di grande valore artistico, analogamente all’High Line newyorkese.

Non lasciare Parigi senza aver fatto un salto al Canal Saint-Martin, a est della città, reso celebre dal film Il favoloso mondo di Amélie, cult francese con una giovanissima Audrey Tautou. Non solo potrai fare foto da favola, ma anche ricreare una delle scene più famose del film. Sali sul ponte metallico e prova anche tu, come la stralunata Amélie, a far rimbalzare i sassi sull'acqua. Per fare l'en plein non dimenticare di, citiamo testualmente, “tuffare la mano in un sacco di legumi e rompere la crosta della crème brulée con la punta del cucchiaino”.

Visita la cité de l'amour con Go City

Go City offre un ampio ventaglio di attrazioni, visite guidate e attività da svolgere a Parigi. Scegli le attività di tuo interesse e scarica il pass digitale sul telefono. Oltre a ottenere un risparmio economico non indifferente, non dovrai preoccuparti di acquistare i biglietti di volta in volta, ottimizzando i tempi. Per consigli, indicazioni e dettagli sulle prenotazioni puoi consultare in ogni momento la nostra comoda app.

Love this article? Why not share it:

Acquista in totale sicurezza

Cancellazione gratuita

Hai cambiato idea? Capita! Ti rimborsiamo tutti i pass non attivati entro 90 giorni dalla data di acquisto.

Scopri di piùChevron Icon

Hai qualche domanda?

Siamo a tua disposizione! Consulta le nostre domande frequenti o scrivi in chat a uno dei nostri agenti.

Consulta le nostre FAQChevron Icon

Ecco cosa dicono i clienti di The Paris Pass®

In regalo per te uno sconto del 5%!

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai sconti esclusivi, idee di viaggio e molto altro.